lunedì 3 giugno 2013

Come nasce un libro - pt.3


L'ultimo passo per la realizzazione di un libro è la tavola finita a colori, quella che verrà pubblicata come definitiva (salvo correzioni da parte dell'art director)
Di solito dopo lo storyboard, disegno una versione più o meno dettagliata di ogni tavola, segnandomi schematicamente anche la palette colori che vorrei usare, o un tipo di texture, un effetto particolare in un punto preciso, o altro.


Questa è la prima tavola all'interno di Girotondo, all'inizio avevo pensato ad un topolino: ho cambiato idea mentre costruivo la tavola.

A volte (anzi, spesso) succede di dover fare cambiamenti mentre si disegna la tavola a colori, anche questo è parte del processo creativo, scatta qualcosa che a volte può farti cambiare un'intera composizione o solamente un particolare: nel mio caso specifico avevo deciso di sostituire il topolino che guida il razzo con un coniglio.


Ho quindi studiato e disegnato il profilo del mio coniglio prima di "incollarlo" sulla mia illustrazione.


Et voilà, il coniglio spaziale è finito!

E infine, dopo ripensamenti, scelte cromatiche non proprio convincenti, dimensioni di fustelle da correggere ed altro ancora, le mie 12 tavole per Girotondo partivano come un razzo (è il caso di dirlo!) verso la futura pubblicazione!


[Se vi siete persi gli altri post, qui la prima e la seconda parte]

4 commenti:

  1. che bella la spiegazione step-by-step! é utilissima e ne terrò di conto quando mi vorrò finalmente decidere a fare qualcosa di mio. Sei un mostro di bravura comunque :) bravobravobravobravo! (e amo il tuo coccodrillo sull'header!)

    RispondiElimina
  2. Che bello leggerti qui Ilaria!
    Sei troppo buona, te lo auguro, ci si diverte il doppio quando qualcuno ci dà carta bianca!

    ;)

    RispondiElimina
  3. questo coniglio è meraviglioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Elena, il coniglio ringrazia sentitamente!

      Elimina